lunedì 21 luglio 2014

Le mie belvette

Oggi, vi voglio ripresentare, come avevo fatto qualche tempo fa sul mio vecchio blog Where is my mind?, le mie belvette: Max, Gin, Zoe e Chassy. Quattro gatti, di cui i primi tre della stessa cucciolata e allevati da me e mia madre, perché la loro mamma ci è stata uccisa da un cane quando loro avevano solo una settimana e mezzo. Così, li abbiamo nutriti, puliti, abbiamo visto i loro occhietti aprirsi e le loro zampette muovere i primi passi. Un'avventura che ha fatto si che tra noi e loro ci sia un rapporto un po' speciale. Per dire, Max, Gin e Zoe sopportano soltanto noi. Quando c'è qualche estraneo, scappano. Chassy invece è un tipo piuttosto inglese, non a caso il suo nome è un diminutivo di Charles e a volte lo chiamiamo Mister Chassy. E' flemmatico, silenzioso, ha una perenne espressione alla Clint Eastwood e non fa mai le fusa. Ma proseguiamo con ordine...

*Zoe*

Prima le signorine. Senza dubbio è quella con più soprannomi. Zoet, Puffetta, Modella, il più lungo è Fabbrica di scemenze di importazione cinese (inventato da mio padre dopo uno dei suoi innumerevoli guai). Avete quelle ragazze vanitose e costantemente preoccupate dal loro aspetto, che fanno gli occhi dolci eccetera? Ecco, credo che Zoe sia una reincarnazione di quelle. Perché è così! Se combina un guaio, prima scappa lungo le scale, poi ti guarda e dopo un dolce "Miiiu!" si sdraia sulla schiena con fare innocente, guardandoti con i suoi grandi occhi verdi cerchiati di nero, e comincia a dar spettacolo. Non le piace scherzare ed è molto permalosa...per la gioia di Max il mattacchione, che si diverte a farle gli scherzetti!

video

Le piace dormire nei post posti più strani: bordi di finestre, sacchetti di carta nei quali poi si prende le zampe, si spaventa e comincia a correre come una pazza per tutta la casa inseguita da me che cerco di raggiungerla per toglierla d'impaccio. Ovviamente, poi la madamigella non ha paura dei sacchetti di carta, ma di me...





*Gin*



Lui è Il Grasso, ma anche Ginù e Cicciobello, anche se ultimamente, sotto l'influenza del Trono di Spade e per il fatto che ne becchi uno ogni giorno, ho cominciato a chiamarlo Sterminatore di Topi. Passa i suoi giorni a cercare prede, mentre la notte torna a casa e si addormenta davanti alla tv tra le braccia di mio padre come se niente fosse. Un serial killer insospettabile... Al contrario di Zoe, lui segue Max nei suoi scherzetti. Gli piace battersi con lui, ma per finta, senza farsi male. Tranne la volta in cui si sono bisticciati per decidere chi doveva dormire in una scatola vuota. Alla fine ha vinto Gin. 


Ma poi Max si è vendicato con un attacco lampo.


Ultimamente, si è preso per uno scoiattolo 




*Max*


Ma anche Maxù, e Mixomatoso. Avete presente la malattia dei conigli che gli fa arrossare e gonfiare la pelle attorno agli occhi? Ecco, quando Max è contento, gli accade la stessa cosa. Gli capita da quando era piccolo, all'inizio pensavamo che fosse malato ma poi ci siamo accorti che è una cosa 'normale'...
E' un gran mattacchione, ama fare agguati, scherzetti, l'altro giorno l'ho visto buttarsi contro la rete dell'orto due o tre volte. Credo che gli manchi qualche rotella, forse c'era qualcosa di strano nel latte in polvere che ha bevuto da piccolo. 


Qui, sta ridendo con gli occhi mixomatosi. A volte lo becco in certi atteggiamenti... E' un'ottima compagnia, a volte la notte viene a dormire con me. Prima però, c'è un rito: giocare a nascondino! Dove? Con le tende della mia finestra, ovviamente!! Lui si mette dietro, e aspetta che io mi avvicini piano piano per poi sollevare la tenda dicendo: "BUU!" e a quel punto, dopo un "Miao!" va dall'altra parte della finestra, a nascondersi dietro alla seconda tenda. E facciamo così per circa cinque minuti, finché lui si mette alla finestra a guardare fuori.





*Chassy*


Come ho detto, è un gatto piuttosto serio. E' l'unico a no essere castrato...e quindi passa le sue giornate fuori alla ricerca di belle gattine. E' molto grande, 90 cm con la coda, zampe da coniglio che usa a mo' di cuscino, e un bel musone largo. Tiene sempre gli occhi semichiusi, da cui la sua somiglianza con Clint Eastwood. A volte mi chiedo se non abbia qualche problema agli occhi, dopotutto li ha aperti a più di due settimane quando di solito i gattini li aprono a sette giorni...

   
E' un gatto molto flemmatico, non si scompone mai e non fa mai le fusa...cioè, le fa, è raro e per sentirlo gli si deve mettere un dito sul collo. Se sentite una vibrazione, alleluia!! sta facendo le fusa.





Ed ecco qui le mie care belvette. Alle quali voglio un mondo di bene. E se volete seguire le loro avventure giorno per giorno, questo è il link della loro pagina fan su facebook:


Buona notte a tutti!

6 commenti:

  1. Ma sono bellissimi, ed ognuno con le sue caratteristiche e i suoi comportamenti particolari...
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Eh si, Antonella, e ti dirò, ho avuto molti gatti, ma così particolari tutti insieme mai! Ricambio l'abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Ciao Sheryl! Si, ma ricordati che sono delle belvette combina guai! E fanno molto ridere ;)

      Elimina
  4. Ma sono fantastici!!! Ti prego, quando c'incontreremo portali con teeee ahaha! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahhahaa, ma certamente Anto! Anche se li vedo già gridare di terrore in nave o in aeroporto XD Ciao, e buon viaggio!

      Elimina

Amo i commenti, fatemi pure sapere quel che pensate dei miei post...nel bene e nel male!